^Torna su

Il portale della città della 'Nzegna e di Salvatore Morelli

Utenti Online

Abbiamo 27 visitatori e nessun utente online

Ai sensi della legge n.62 del 2001, questo sito non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensioero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione ( art. 21 Cost.). Le immagini  pubblicate, sono quasi tutte dell'autore, e quindi non di pubblico dominio, altre sono prese da internet e sono pubblicate senza alcun fine di lucro.  In ogni caso, qualora qualcuna di dette immagini, violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarcelo per la relativa rimozione.
 
L'autore

Banners

Meteo

Clear

16°C

Carovigno

Vento: NW a 28.97 km/h
Dom 11°C / 22°C Mostly sunny
Lun 12°C / 21°C Sunny
Mar 12°C / 22°C Mostly sunny

E se fossero state tutte a colori ?

primi sui motori con e-max

Riordinando la fototeca ed avendo a disposizione software di computer grafica e ritocco, mi è venuta la curiosità di immaginare come molte foto antiche, in bianco e nero, di Carovigno, che circolano nei social-network e sul web in genere, oltre a quelle in mio possesso, che effetto farebbero qualora fossero a colori.

Il risultato è stato sorprendente, senza nulla togliere al fascino che le foto in bianco e nero trasmettono.

Molti dei nostri lettori hanno la conoscenza diretta dei luoghi visitati da ragazzo, le generazioni attuali, invece, hanno potuto solo vedere foto e filmati in bianco e nero giunte ai nostri giorni grazie alle poche macchine da presa e fotocamere diffuse tra i cittadini e i professionisti dell’epoca.

Leggi tutto: E se fossero state tutte a colori ? 

BUONA PASQUA

primi sui motori con e-max

Camminando verso il Santuario di Belvedere

primi sui motori con e-max

Ogni Carovignese tra fedeli ,devoti e  turisti percorrendo la SP33, si recano al Santuario di Belvedere  per rendere omaggio  alla Madonna,  ma in tantissimi percorrono questa strada di circa 3,5 Km  a piedi passando avanti alle 14 stazioni della via crucis, ed è proprio di queste icone votive, poste a destra andando verso il santuario, voglio parlarvi , colonne che da oltre 100 anni accompagnano i pellegrini verso questo importante luogo di culto.

Le stazioni della via crucis rappresentate dalle 14 colonne lungo la Sp33 sono:   1) Gesù all’orto degli ulivi, 2) Gesù tradito da Giuda e arrestato, 3)Gesù condannato dal Sinedrio, 4) Gesù rinnegato da Pietro, 5) Gesù giudicato da Pilato, 6) Gesù flagellato e coronato di spine, 7)Gesù caricato della croce, 8)Gesù aiutato dal Cinereo (Simone di Cirene) a portare la croce, 9) Gesù incontra le donne di Gerusalemme, 10) Gesù crocifisso, 11) Gesù promette il suo regno al buon ladrone, 12) Gesù in croce, la madre e il discepolo, 13) Gesù muore sulla croce, 14) Gesù è deposto nel sepolcro.

Leggi tutto: Camminando verso il Santuario di Belvedere

La Croce della Passione di Carovigno

primi sui motori con e-max

La vedono in molti, ma in pochi la guardano e non danno importanza alla Croce della Passione di Carovigno. La possiamo ammirare in Piazza proprio alle spalle della statua di S.Pio, dove un tempo era presente la oramai perduta Peschiera.

Collocata nella prima metà del 1800, è realizzata in ferro e ghisa, serviva ad effettuare nelle comunità cristiane, dei cicli di incontri durante i quali erano rivolte alla popolazione omelie e riflessioni riguardanti la passione di Cristo, nel caso specifico di Carovigno, questo compito lo espletavano con molta probabilità i Padri Passionisti che dalla vicina Ceglie Messapica dove ancora oggi vi è un convento, si recavano nei paesi vicini .

Leggi tutto: La Croce della Passione di Carovigno

A Napoli via V. Emanuele III diventa via S. Morelli

primi sui motori con e-max

Ad averlo annunciato nel marzo 2015 è lo stesso Sindaco di Napoli Luigi De Magistris, attraverso la propria pagina di Facebook:

"Abbiamo deciso di dedicare, su proposta di un comitato di cittadini, che aveva raccolto più di 1500 firme, le scale immortalate in “Scusate il ritardo”, in cui Lello Arena sfoga le sue pene d’amore, a Massimo Troisi, il grande attore della scuola napoletana che proprio quelle scale ha reso eterne grazie alla sua celebre pellicola. La Commissione Toponomastica ha anche deciso di dedicare una strada a Salvatore Morelli – libero pensatore, scrittore, giornalista, patriota e politico che studiò e visse a Napoli – e ad Ipazia d’Alessandria – matematica e filosofa, martire del libero pensiero."

Leggi tutto: A Napoli via V. Emanuele III diventa via S. Morelli

Il nostro dialetto ... un patrimonio linguistico da valorizzare.

primi sui motori con e-max

 

Oramai in via di estinzione, causa l'evolversi sempre più di tecnologia e social network, un tempo lo usava la gente poco istruita e di recente è stato addirittura definito discriminante in termini sociali . Si tratta del Dialetto di Carovigno.

Il Dialetto è definito: "Sistema linguistico di ambito geografico limitato, appartenente a un gruppo di sistemi geneticamente affini e contrapposto a quella che storicamente si è imposta come lingua nazionale o di cultura."

Leggi tutto: Il nostro dialetto ... un patrimonio linguistico da valorizzare.

Ritorna prepotente l'Inverno

primi sui motori con e-max

mappa riferita a domenica 21 gennaio modello americano

 

Arriva l'inverno, quello prepotente, quel freddo che può far arrivare in molte parti d'Italia la neve.

nella mappa di questo editoriale abbiamo voluto riportare le condizioni che troveremo nel prossimo fine settimana, quando aria Artico Marittima( proveniente da Nord) umida e di estrazione polare, si getterà nel bacino del Mediterraneo spazzando di fatto le anomalie termiche positive dell'ultimo periodo. Non dico che nevicherà a Carovigno, ma il freddo si farà sentire e raffredderà i bassi strati che potrebbero essere oggetto di nevicate nei giorni della prossima settimana nonostante qualche centro di calcolo vede un timido ma breve periodo.

Leggi tutto: Ritorna prepotente l'Inverno

Copyright © NOVEMBRE - 2017. Carovigno.com  Tutti i diritti risevati.