^Torna su

        

Utenti Online

Abbiamo 11 visitatori e nessun utente online

Ai sensi della legge n.62 del 2001, questo sito non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensioero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione ( art. 21 Cost.). Le immagini  pubblicate, sono quasi tutte dell'autore, e quindi non di pubblico dominio, altre sono prese da internet e sono pubblicate senza alcun fine di lucro.  In ogni caso, qualora qualcuna di dette immagini, violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarcelo per la relativa rimozione.
 
L'autore

Banners

Meteo

Cloudy

13°C

Carovigno

Vento: SSW a 19.31 km/h
Gio 9°C / 17°C Mostly sunny
Ven 11°C / 17°C Partly cloudy
Sab 10°C / 17°C Mostly cloudy

Mensa scolastica .. ed è subito polemica !

primi sui motori con e-max

Dopo le vacanze estive, è puntualmente ricominciata la scuola, e con essa anche la richiesta di soldi per fare fronte alle varie attività e ai vari serizi. Dai libri di testo all'assicurazione contro gli infortuni, dal materiale didattico alla mensa, una famiglia è costretta a spendere da 500 a più di 1000 euro ( a seconda del grado di istruzione) per mandare un proprio figlio a scuola. E parliamo di scuola dell'infanzia e dell'obbligo !.

Leggi tutto: Mensa scolastica .. ed è subito polemica !

L'invito alla preghiera dall'antica "cunedda"

primi sui motori con e-max

Oggi voglio parlarvi di una struttura antica che tutti noi conosciamo benissimo e che possiamo ammirare sulla via per il mare, la "Cunedda" ( icona piccola ), chiamata anche Gonella o Conella.  Un tempo sul fronte di questa edicola votiva, voluta nella seconda metà del 1700 da un devoto all'Immacolata Concezione, vi era scritto : "Fermati e dì un Ave Maria" 

la "Cunedda"  oggi

 

Un invito a chi passasse davanti alla "Cunedda" di dedicare una preghiera davanti all'effige dell'Immacolata.

Leggi tutto: L'invito alla preghiera dall'antica "cunedda" 

L’asta che salvò l’antica torre dell’orologio in piazza.

primi sui motori con e-max

Chiunque vada in Piazza a Carovigno, ogni 15 minuti sente i rintocchi delle campane che dall’antica torre dell’orologio, da più di due secoli e mezzo, scandiscono le ore nella città della ‘Nzegna.

La torre dell'orologio di Carovigno

 

La torre dell’orologio fu costruita nella prima  metà del 1700 affianco alla porta di accesso della città, porta Brindisi, a ridosso della cinta muraria che proteggeva il centro storico “La Terra”. Era alta poco più di 15 metri con una base di 5x5  metri, vi si accede, ancora oggi, da una stretta scala  che si trova dietro la cosiddetta Torre del Civile e che porta sopra Porta Brindisi  e da lì si sale al secondo piano.

Leggi tutto: L’asta che salvò l’antica torre dell’orologio in piazza.

Il mistero della Chiesa Matrice.

primi sui motori con e-max

La chiesa Matrice, un luogo che da oltre 9 secoli è stato ed è il centro religioso della città. Ha visto passare generazioni e generazioni di Carovignesi. In quel tempio migliaia di persone hanno ricevuto quei sacramenti che hanno fatto e fanno di ognuno di noi  un Cristiano.  La nostra attenzione la vogliamo concentrare su quello che  questo luogo affascinante conserva non solo nella sua maestosità, nel suo rosone, nei suoi affreschi e negli altari, ma anche su quello che è conservato nelle sue fondamenta.

 

Da tempo, siamo alla ricerca delle  tracce della distruzione dell’antica Carbina avvenuta nel 500 a.c. circa, nel 2014  fu fatta la proposta, dal Libero Comitato “Paisu Nuestru”,  di eseguire dei saggi archeologici  esplorativi per tentare di trovare quelle tracce che avrebbero avuto un eco mondiale per Carovigno  (prot.7533 del 11.04.2014 ), ma i fondi stanziati nel 2012 pare siano stati dirottati per la posa delle “chianche” in strade del centro storico.

Leggi tutto: Il mistero della Chiesa Matrice.

Cento anni fa la corrente elettrica a Carovigno

primi sui motori con e-max

La storia dell' energia elettrica  a Carovigno ed in Puglia è strettamente legata alle caratteristiche idrogeologiche della zona , in quanto la maggior parte dei generatori in Italia erano di tipo idroelettrico.

 In puglia, la scarsità di corsi d’acqua di rilievo e l’assenza di catene montuose, non ha mai consentito la realizzazione di tali impianti.  Escludendo le centraline dell'Acquedotto Pugliese sui confini nord della regione, la Puglia, era e lo è tutt’ora,  l'unica regione d'Italia priva di impianti idroelettrici.

L'Antica centrale elettrica di Carovigno

Leggi tutto: Cento anni fa la corrente elettrica a Carovigno

I Carvinati accedono alla Tenzone Argentea.

primi sui motori con e-max

 8 Luglio 2018 la Compagnia Sbandieratori e Musici I Carvinati ha ottenuto ad Ascoli Piceno il 1° posto della combinata, conquistando così l’ entrata nella Tenzone Argentea.

Leggi tutto: I Carvinati accedono alla Tenzone Argentea.

XXI Giochi Giovanili Della Bandiera. Ente Culturale Nzegna Campioni D'Italia

primi sui motori con e-max

Piazza Arringo e  Piazza del Popolo ad Ascoli Piceno, è qui in una ambientazione medievale che  si è svolta nel fine settimana la XXI edizione dei “Giochi Giovanili della Bandiera ”, ovvero i Campionati Nazionali Giovanili “Under 15” della Federazione Italiana Sbandieratori.

900 ragazzi dagli 8 ai 15 anni, suddivisi in base alle specialità e alle età, si sono sfidati sotto le “Cento Torri” . Le squadre iscritte alla competizione sono state 41, provenienti da tutta Italia.

Leggi tutto: XXI Giochi Giovanili Della Bandiera. Ente Culturale Nzegna Campioni D'Italia

Copyright © NOVEMBRE - 2017. Carovigno.com  Tutti i diritti risevati.