^Torna su

Il portale della città della 'Nzegna e di Salvatore Morelli

Utenti Online

Abbiamo 6 visitatori e nessun utente online

Ai sensi della legge n.62 del 2001, questo sito non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensioero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione ( art. 21 Cost.). Le immagini  pubblicate, sono quasi tutte dell'autore, e quindi non di pubblico dominio, altre sono prese da internet e sono pubblicate senza alcun fine di lucro.  In ogni caso, qualora qualcuna di dette immagini, violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarcelo per la relativa rimozione.
 
L'autore

Banners

Meteo

Cloudy

14°C

Carovigno

Vento: SSE a 22.53 km/h
Gio 5°C / 15°C Partly cloudy
Ven 11°C / 16°C Partly cloudy
Sab 8°C / 15°C Scattered thunderstorms

ZTL a Carovigno... Sicuri che tutto sia ok?

primi sui motori con e-max

ZTL è l'acronimo di Zona a Traffico Limitato, l'Amministrazione locale ha adottato, come in molti centri, tale regolamentazione  che come dice l'acronimo steso, limita l'accesso in una area ai soli autorizzati .

La  Delibera di Giunta Comunale nr. 285/2016, ha istituito una Zona a Traffico Limitato (ZTL) nell’area delimitata da C.so Vittorio Emanuele II –P.zza ‘Nzegna, via Regina Margherita, L.go Castello, via Matteotti e approvato il “Regolamento di Disciplina della Circolazione e della Sosta dei veicoli nella “Zona a Traffico Limitato del Centro Storico di Carovigno” che regola l’accesso, il transito e la sosta ai veicoli nell’area.

 

Con questo editoriale vogliamo fare un po' di chiarezza  ed analizzare l'ordinanza  del 16.6.2017 n°91. Va precisato che quest'ultima è disciplinata da 20 articoli ... anzi no ...  17,  mancano all'appello 3 articoli ed esattamente il 1° 2° e 3° . Dimenticanza?  o come sempre un copia-incolla fatto male? 

Nell'ordinanza non si è tralasciato nulla, autorizzazioni, permessi speciali, deroghe e soste. Proprio su queste ultime vogliamo concentrare la nostra attenzione. Nella ZTL non vi è la possibilità di sostare, tranne se non vi sono spazi privati, o spazi per disabili;  Ma a cosa servono le varie autorizzazioni  che indicano la possibilità di sostare in tale area?  Infatti il Comune ha rilasciato dei tagliandi colorati a seconda della tipologia e con tanto di ologramma che ne determini l'autenticità. ( da richiedere con marca da bollo ... e io pago !!!)

I tagliandi  sono 8 di colore diverso:

Verdi per i Residenti (R) -    ACCESSO TRANSITO E SOSTA

Azzurri per i Domiciliati (D)- ACCESSO TRANSITO E SOSTA

Marroni per le AutoRimesse (AR) - ACCESSO E TRANSITO

Rossi  per gli Immobili di Proprietà (P) - ACCESSO E TRANSITO

Arancioni per Attività Commerciali (C) - ACCESSO E TRANSITO

Blu per Strutture Ricettive e B&B (B&B) - ACCESSO TRANSITO E SOSTA

Neri per Assistenza a Familiari o Anziani Impediti residenti o domiciliati (H) - ACCESSO E TRANSITO

Gialli per Associazioni ed Enti (E) - ACCESSO TRANSITO E SOSTA

 

E' possibile sostare in 4  casi,   i Residenti  (R) , i Domiciliati (D) , chi ha Strutture Ricettive (B&B) e chi Assiste Anziani o Persone Malate (H) ; tutti gli altri  (AR) (P) (C) (E) non possono sostare nelle aree consentite, purché ce ne siano ! ma non vi è scritto neppure sui pass.  Chi ha il Pass di colore BLU (B&B) o la prenotazione presso una struttura ricettiva  è autorizzato a sostare per 30 minuti  nella ZTL solo per carico e scarico, come sancisce il comma 2 dell'art. 12 dell'ordinanza n° 91 del 16.6.2017 , in caso di matrimonio presso la Chiesa Madre, possono essere richiesti permessi per 3 autovetture per il tempo della funzione religiosa ( art. 16) , sui pass è specificato "sosta".

pass di colore Rosso per i proprietari di immobili autorizzati solo ad accedere e transitare nella ZTL ... non devono fermarsi !

 

 

Fuori dalla ZTL vi sono aree di sosta solo per chi ha il tagliando Verde per i Residenti (R) e Azzurro per i Domiciliati (D), zone riservate solo per chi non ha aree private di sosta e autorimesse. Attenzione a tutti gli automobilisti sprovvisti di tali tagliandi, non parcheggiare in tali aree, la multa è dietro l'angolo!

Non dimentichiamo che il Centro Storico di Carovigno  ha una estensione quasi circolare con un diametro di 200 mt circa, una strada principale che lo attraversa da Porta Brindisi  a Porta Ostuni e piccole vie che consentono solo ad un numero limitatissimo di utilitarie di  poter accedere in alcune zone, soste neppure l'ombra. Infatti le aree più grandi presenti nel centro storico sono: Piazza Coriolano, P.tta G.Cesare e Largo Puccini che hanno il divieto di sosta 0-24  come descritto al punto 8 dell'ordinanza prima delle disposizioni. La sosta 0-24 è vietata “Ambo i Lati” a tutti i veicoli a motore, in via Cattedrale e via S. Anna.

 

La ZTL a Carovigno: in rosso le aree percorribili da veicoli. I punti azzurri sono i varchi ZTL con dissuasori azionati da telecomando. In verde i dissuasori in piazza manuali.

 

Qualcuno mi dica dove è possibile sostare ! anche se di macchine parcheggiate se ne vedono e come !

Un idea sarebbe di regolamentare la sosta in limitate aree pubbliche con disco orario o magari a pagamento con "gratta e sosta" utilizzando  le risorse per scopi inerenti il centro storico stesso .

Nello scorso editoriale abbiamo pubblicato una foto di Porta Brindisi con lo scempio di cavi e armadi elettrici che hanno fortemente danneggiato la vista della stessa, infatti  in tre punti della ZTL vi sono varchi con dissuasori a scomparsa ( solo i dissuasori scompaiono, tutto il resto no , cavi e armadi sono in bella vista). I varchi con dissuasori azionati da telecomando sono Porta Brindisi , Porta Ostuni e ingresso via Padre G.Brandi.  ci sono altri disuasori in piazza, manuali, che evitano in alcune occasioni o giorni di accedere alla piazza.

"L'opera d'arte" citata nello scorso editoriale

 

 

I dissuasori a scomparsa sono dei cilindri che fuoriescono dalla strada per circa 40 o 50 cm impedendo ad autoveicoli di accedere alla ZTL se non con comando a distanza da richiedere alla Polizia Municipale, un semaforo indica se il dissuasore è alzato o abbassato .

 

dissuasori a scomparsa

 

Di recente però pare che una persona domiciliata nella ZTL di notte abbia avuto un malore e che una ambulanza non poteva soccorrerla proprio perché i dissuasori di Porta brindisi erano alzati e la stessa ambulanza non avesse telecomando. Quest'ultima ha dovuto fare il giro ed entrare da Porta Ostuni , contromano, dove i dissuasori sono sempre abbassati con dispendio di tempo che in termini di URGENZA sono di vitale importanza. Un episodio molto increscioso che sottolinea l'assenza nell'ordinanza  di alcune situazioni di emergenza che obbligano gli addetti ai soccorsi a rivolgersi sempre alla Polizia Locale per essere autorizzati ad entrare nella ZTL, va detto che la Polizia Locale normalmente  termina il servizio alla sera, di notte il servizio è assente;  

Queste situazioni  pongono alcuni quesiti doverosi:

Quando un mezzo di emergenza si avvicina ai varchi con dissuasori, questi si abbassano automaticamente? ( esistono rilevatori TONALI per quelle frequenze audio emesse dalle sirene che solo le forze dell'ordine e i mezzi di soccorso hanno in dotazione, che fanno abbassare automaticamente i dissuasori)

Dall'interno della ZTL , per uscire, se ci si avvicina con un mezzo ai dissuasori, questi si abbassano automaticamente? ( un esempio sarebbe la dimenticanza del telecomando o la semplice batteria scarica o il furto o la perdita dello stesso)

Non sarebbe stato più intelligente mettere una telecamera che registrasse gli accessi senza tanta automazione che crea solo disagi e confusione? Questa soluzione farebbe aumentare gli introiti per le infrazioni documentate ed eliminerebbe quegli scempi di cavi ed armadi che deturpano le bellezze architettoniche e storiche della nostra città. I varchi appena descritti sono presenti ovunque con il solo cartello "VARCO ATTIVO"

 

 

Altro punto interrogativo è il fatto che i dissuasori di Porta Ostuni sono sempre abbassati (fortunatamente per i mezzi di soccorso) sarebbe stato più intelligente non spendere quei soldi visto che Via Cattedrale e Via S.Anna è a senso unico direzione Porta Brindisi-Porta Ostuni, forse si è pensato ad invertire eventualmente il senso di marcia?

L'istituzione della ZTL è una cosa importante, se funziona bene e non crea danni a cose e persone, ma come dice un detto "la Gatta frettolosa fa i gattini ciechi" e la ZTL di Carovigno presenta molti problemi che andrebbero rivisti e corretti, e magari in quei 3 articoli assenti all'appello dell'ordinanza del 16.6.2017 n°91, scrivere quelle righe  che darebbero sicurezza ai quanti  abitano il nostro amato Centro Storico.

 

Un ultima cosa ...

150 telecomandi   3.361,00 Euro  il 6.6.2017 per l'acquisto e l'installazione dei dissuasori in 3 punti del centro storico,  sono stati spesi  probabilmente  45.000 euro ... spero non di più . Inoltre più di 170,00 uro per gli ologrammi dei pass .

Questo "spreco" non si poteva evitare con un semplice divieto di accesso con pannello integrativo "eccetto i residenti" visto che serve solo  limitare il transito e la sosta in molte aree e su via Cattedrale e via S. Anna?  Naturalmente facendo rispettare  le regole .... ma questo è un altro argomento !

 

 

Carlucci Angelo Antonio

Copyright © NOVEMBRE - 2017. Carovigno.com  Tutti i diritti risevati.