^Torna su

Il portale della città della 'Nzegna e di Salvatore Morelli

Utenti Online

Abbiamo 38 visitatori e nessun utente online

Ai sensi della legge n.62 del 2001, questo sito non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensioero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione ( art. 21 Cost.). Le immagini  pubblicate, sono quasi tutte dell'autore, e quindi non di pubblico dominio, altre sono prese da internet e sono pubblicate senza alcun fine di lucro.  In ogni caso, qualora qualcuna di dette immagini, violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarcelo per la relativa rimozione.
 
L'autore

Banners

Meteo

Cloudy

9°C

Carovigno

Vento: S a 11.27 km/h
Gio 5°C / 14°C Scattered showers
Ven 10°C / 15°C Scattered showers
Sab 9°C / 13°C Scattered showers

Il nostro dialetto ... un patrimonio linguistico da valorizzare.

primi sui motori con e-max

 

Oramai in via di estinzione, causa l'evolversi sempre più di tecnologia e social network, un tempo lo usava la gente poco istruita e di recente è stato addirittura definito discriminante in termini sociali . Si tratta del Dialetto di Carovigno.

Il Dialetto è definito: "Sistema linguistico di ambito geografico limitato, appartenente a un gruppo di sistemi geneticamente affini e contrapposto a quella che storicamente si è imposta come lingua nazionale o di cultura."

Il nostro dialetto non è affatto un modo per evitare di dialogare con determinate persone e non è neppure tanto limitato, non è affatto discriminante, anzi, a mio avviso è la nostra madrelingua, complessa, che merita particolare attenzione. Un campo affascinante, che vista la posizione geografica di Carovigno lo colloca tra l'Italiano e parte del Greco, la fonetica è con la pronuncia marcata delle vocali, l'asse è quello di collegamento tra Taranto e Brindisi verso la Grecia. Il dialetto di alcuni comuni come Grottaglie, Manduria, Francavilla ecc ecc, si avvicina molto al nostro, invece, basta spostarsi di pochissimi chilometri a nord, che le vocali addirittura scompaiono alla fine di alcune parole (Ostunese).

L'immagine di apertura di questo editoriale è di un gruppo di donne intente alla raccolta delle olive a mano, ad una ad una, e un modo per alleviare il lavoro era il dialogo tra di loro. Raccontavano pettegolezzi e notizie di attualità del paese, naturalmente tutto rigorosamente in dialetto. I nostri Avi amavano comunicare molto con proverbi e detti popolari in dialetto perchè servivano all'educazione, alla moderazione ma sopratutto al buon vivere la quotidianità del paese. 

Studiosi, appassionati e docenti hanno scritto molto sull'importanza del nostro dialetto perchè ha delle caratteristiche molto particolari, per Carovigno, in particolare, sono stati pubblicati un vocabolario, una grammatica e un volume di detti popolari e proverbi ( Ruspicannu Ruspicannu). Queste pubblicazioni volute fortemente dal Prof. De Simone Ferdinando tra il 2000 e il 2009, hanno, appunto, l'importanza della divulgazione, conservazione e valorizzazione di quel patrimonio locale immateriale che è il nostro dialetto.

Il Dialetto va coltivato, è una importante attività di studio che arricchirebbe il bagaglio culturale di tutti noi, è la lingua di una comunità che non ha avuto grandi cambiamenti nel tempo; il dialetto fa parte della lingua parlata, solo di recente con le pubblicazioni prima citate ha avuto modo di essere fissato in forma scritta sia nella sua grammatica che nella raccolta di tutti i termini in un vocabolario.

La divullgazione, conservazione e valorizzazione, potrebbe essere un ottimo motivo per portare nelle scuole di Carovigno lo studio, attraverso progetti, della nostra "Madrelingua" affinche alcuni genitori non debbano dire ai propri figli "Parla In Italiano !!! " facendo intendere ai piccoli studenti che esprimersi in dialetto non è cosa buona. 

 

Parlate con libertà in dialetto, fa bene, anche perchè :

 

"Nisciùnu nasci mparàtu !"  e   " Curu ca lassi è pirdùtu ! "

 

 

 

Carlucci A. Antonio

Copyright © NOVEMBRE - 2017. Carovigno.com  Tutti i diritti risevati.